Il tuo carrello è vuoto!
Categorie
I colori del silenzio

I colori del silenzio

0,00€


Qtà:  Acquista  
Codice Prodotto: 00122
Punti Fedeltà: 0
Disponibilità: Unavailable

Parole come pennellate di colori che creano quadri dai quali si evince tutto il patos di chi non si nega all’amore ma ne vive appieno tutte le sfumature fatte con spugne imbevute di sogni.

 Tema dominante di questa silloge è l’amore, l’amore per la vita, per la donna amata, per le stagioni e i loro colori, per coloro che ancora vivono nei ricordi, quell’amore che Stendhal definiva un fiore bellissimo che però bisogna avere il coraggio di cogliere sull’orlo di un terribile precipizio.

Il Poeta l’ha rincorso già da quando “Erano i gabbiani della nostra Primavera” e fino a vederlo sfumare quando “i colori del silenzio baciavano i nostri petali, sparsi nell’ultima luce del nostro amore.”

 Le poesie di Santo sono una sapiente miscela di paesaggi e vissuti, luoghi ideali, contezza del proprio essere, certezze o incertezze in cui ognuno si può ritrovare e condividerne i contenuti.

Non è facile recensire una raccolta di poesie perché non sempre è facile cogliere il senso più profondo di esse, il senso recepito è relativo allo stato d’animo di chi si appresta a leggere, da qui il mio leggere e rileggere l’opera, nell’intento di coglierne il messaggio più intrinseco mentre m’inteneriva un senso di serenità che mi quietava l’animo.

La poesia di Santo è un eterno inno all’essenza del vivere che va oltre lo spazio fisico, è la celebrazione dei sentimenti più puri che emergono dal profondo di un animo sensibile che si “libra nell’aria incontrando palpiti sconosciuti, voli di pensieri, sospiri dell’anima.”

Nel tempo cristallizza il divenire per cui diventano fiori da deporre nel cuore, senza alcun timore, le rughe e i capelli bianchi e sereno si perde nei pensieri, in un mare d’orato che porta all’orizzonte. Apre le porte del suo cuore all’umanità senza porre alcuna barriera, lealmente, sinceramente, solo qua e là fanno capolino qualche celata ritrosia, velate melanconie e la paura della solitudine.

 L’amore, gli affetti, i sogni, le delusioni, le paure, la ragion del vivere, tutti i sentimenti cantati dal poeta confluiscono “… nell’ultima poesia che segna il confine dell’universo nascosto nel tempo dello spazio, invisibile nello spazio del tempo.”

La Poesia di Santo tocca le corde del cuore, i versi scritti con linguaggio, volutamente, semplice ma pieno di valenze simboliche scorrono fluidi e ben costruiti e trascinano il lettore in un mondo fatto di sani valori morali e intellettuali, difficili da riscontrare in un mondo in cui tutto è concesso e il buon costume arretra di fronte ad un libertinaggio sempre più imperante.

Grazie, Santo, per avermi offerto la possibilità di perdermi nel tuo mondo colmo di sogni e di emozioni che affondano in sentimenti connaturati alla tua umanità che fanno di te un POETA speciale perché UOMO speciale.

Lucia Clemente