Il tuo carrello è vuoto!
Diocesi e Prelati in provincia di Salerno

Diocesi e Prelati in provincia di Salerno

15,00€


Qtà:  Acquista  
Codice Prodotto: 00116
Punti Fedeltà: 0
Disponibilità: 50

Questo libro non è di facile lettura essendo pregno di dati e date riguardanti cose lontane e non di comune interesse. E' un libro fatto più per me stesso che per gli altri... al massimo per qualche amante della materia.
L'idea di realizzare quest'opera è nata solo ed unicamente allo scopo di conoscere la giurisdizione ecclesiastica in alcune zone della provincia di Salerno e sapere i nomi dei Vescovi che hanno retto le diocesi suffraganee a quella Metropolita Primata di Salerno.
Non mi è stato possibile completare tutto l'elenco di alcune diocesi per la scarsità dei documenti e delle informazioni bibliografiche, anche se ho tentato di mettere insieme moltissimi tasselli e trascrivere quelle poche notizie indispensabili che ho trovato sui vescovi.
A volte, anche le fonti ufficiali danno notizie errate come il caso della Diocesi di Campagna e quella della Diocesi territoriale della Santissima Trinità di Cava de’Tirreni ove nell'elenco vi è una enorme lacuna. Naturalmente anche il presente lavoro non è completo e può recare vari errori, pur avendo cercato di limitarli al minimo. Mi rendo conto che per realizzare un lavoro completo sono necessari anni ed anni di ricerche in ogni archivio Diocesano vicino ed in altri Archivi sparsi per le varie province ed anche in quello di Città del Vaticano.
Molti paesi dell'attuale provincia di Salerno appartenevano ad una giurisdizione ecclesiale con sede in comuni di altra provincia, quale Conza (AV), Muro (PZ) ed altre. Ancora oggi la maggior parte del comune di Scafati appartiene ecclesiasticamente a Nola, in provincia di Napoli. Ci sono anche casi di alcune diocesi della nostra provincia che hanno nella loro giurisdizione comuni appartenenti ad altre province come Agerola (NA) che fa capo all'Arcidiocesi di Amalfi-Cava de' Tirreni e alcuni comuni in provincia di Avellino che appartengono all'Arcidiocesi di Salerno. Queste notizie, comunque, sono riportate.
Ho cercato di arricchire il lavoro con della cartine per facilitare la lettura della "storia" e non me ne voglia il lettore, se si trova di fronte ad alcuni termini tecnici ma è giusto inserirli perché rende il lavoro più originale. Come ho detto prima, ho voluto stilare questo lavoro soprattutto per me stesso e ringrazio tutti coloro che apriranno queste pagine.